Category Archives: Commissione europea
Commissione europea: nuovi annunci di crypto trader, vecchi sforzi

Ieri i principali membri della Commissione europea hanno incontrato a Bruxelles i rappresentanti del Consiglio di stabilità finanziaria, delle banche centrali, delle imprese e dell’industria, ha dichiarato il Guardian. Il politico lettone Valdis Dombrovskis, responsabile per la stabilità finanziaria nell’UE, ha annunciato che si sono incontrati per preparare la regolamentazione delle valute criptate e l’emissione di OIC per la prossima riunione dei paesi del G20 in Argentina.

Dopo che la Commissione europea aveva già chiesto alle autorità di vigilanza finanziaria circa due settimane fa di inasprire i loro avvisi di avvertimento per le valute cripto e ha anche proposto di includere le valute cripto nella direttiva UE sul riciclaggio di denaro sporco, sembra ora che sia necessario intervenire per portare avanti la regolamentazione. Si tratta di un fenomeno globale e bisogna rispondere su base internazionale, ha detto Dombrovskis. Non si escluderebbe la possibilità di affrontare la questione se in molte nazioni non ci fosse una mancanza di risposta ad una minaccia crescente. Durante la conferenza stampa, il politico lettone ha affermato che l’innovazione di questa nuova tecnologia deve essere riconosciuta.

Critica nota di crypto trader

Poi Dombrovskis ha ripetuto come una ruota di preghiera la critica che è stata spesso sentita da vari rappresentanti delle crypto trader. Le valute digitali sono spesso oggetto di speculazioni, il che comporta notevoli rischi. Questo è il motivo per cui l’UE deve avvertire con urgenza contro una possibile perdita totale di depositi, ha detto il crypto trader politico.

È noto anche l’accusa che il Bitcoin è ampiamente utilizzato dai criminali per riciclaggio di denaro e altre attività illegali. Il tema della discussione di ieri era anche l’offerta iniziale di monete (ICO). Per le aziende di nuova costituzione, questa è una buona occasione per raccogliere fondi attraverso un ICO, ha detto Dombrovskis dopo l’incontro.

Tuttavia, egli critica la mancanza di divulgazione dell’identità dei fondatori e del loro crypto trader business plan

Inoltre, le piattaforme di crypto trader online all’interno dell’UE devono essere legalmente obbligate ad evitare in ogni caso l’evasione fiscale. Il mercato continuerà ad essere monitorato insieme ad esperti internazionali per avviare, se necessario, ulteriori iniziative. Il nuovo “Piano d’azione crypto trader” della Commissione europea deve essere completato entro l’inizio di marzo. Non è stato indicato un calendario preciso per l’introduzione della regolamentazione.

I politici vacillano tra esigenze rigorose e paura di mettere a repentaglio i posti di lavoro
Il manager della BCE Yves Mersch ha recentemente richiesto un’azione dura sulle valute criptate. Il direttore di banca messicano Agustín Carstens va ancora oltre con le sue dichiarazioni. Ha descritto il Bitcoin come una combinazione di una bolla finanziaria, un disastro ambientale e un sistema di palle di neve. Il tema della crittografia delle valute sarà sicuramente discusso a Buenos Aires in occasione della prossima riunione del G20 a marzo. In seno al G20 non dovrebbe esserci consenso su un’eventuale regolamentazione. Alcuni politici temono che regole troppo severe possano portare a un rallentamento della tecnologia innovativa a catena di blocco e, di conseguenza, alla perdita di posti di lavoro. L’eurodeputato della CSU Markus Ferber, invece, è a favore di una regolamentazione precoce. Egli sospetta che molti investitori non sono consapevoli dei pericoli delle valute virtuali e potrebbero quindi perdere il loro denaro. Le valute virtuali devono essere regolate in modo altrettanto rigoroso come altri prodotti d’investimento, richiede Ferber.